Orario di lavoro / Sicurezza sul lavoro

Orario di lavoro/ Sicurezza sul lavoro

Caso esemplificativo
Miklos aveva molte aspettative dal suo lavoro in Germania. Poiché guadagnava poco in Ungheria, ha lasciato il lavoro ed è venuto in Germania per lavorare come camionista per una società di spedizioni. Ha una paga migliore alla società di spedizioni, ma deve lavorare molto. Miklos è in viaggio con il suo camion dalle 7 di mattina all'1 o alle 2 di notte. La mattina dopo deve partire alle 7. Il suo datore di lavoro gli ha ordinato di impostare il tachimetro su "interruzione dell’orario di lavoro" quando è impegnato a scaricare, caricare o pulire il camion. Non riceve denaro aggiuntivo per il lavoro nelle ore straordinarie e notturne.

Non sempre Miklos riesce a prendersi una pausa dopo quattro ore e mezza di guida. Spesso riesce a farla solo dopo sei ore. Il suo supervisore gli mette molta pressione: chiama Miklos e dice che se non ce la fa, deve usare il trucco del tachimetro che gli ha mostrato. Lo ha anche minacciato di licenziamento immediato se Miklos si rifiuta di seguire queste istruzioni. Miklos ha paura di seguire le istruzioni, ma anche di perdere il lavoro. Trascorre i fine settimana nel camion nelle aree di sosta. Non ha soldi per gli hotel. Inoltre, non può lasciare incustodito il carico del camion. La pausa settimanale tra un incarico e l’altro dura per lui solo 24 ore in tutto. Miklos si sente esausto. Non conosce le norme tedesche sull'orario di lavoro e non sa se il suo lavoro straordinario è nella norma. Vuole sapere quale istituzione può aiutarlo in questa situazione.

1. Ufficio federale del trasporto merci (BAG)

I tempi di lavoro, di guida e di riposo dei camionisti in Germania devono essere rigorosamente rispettati. Questo per garantire che si riposino a sufficienza e non siano troppo stanchi sulle autostrade. Dopo massimo quattro ore e mezza di guida, Miklos deve fare una pausa di almeno 45 minuti. Dopo sei ore di lavoro Miklos deve fare un’altra pausa di almeno 30 minuti. Miklos non è autorizzato a sedersi regolarmente al volante per più di nove ore al giorno. In linea di principio, il suo tempo di riposo giornaliero non dovrebbe essere inferiore a undici ore. Nel suo caso, queste regole non vengono rispettate.

Il periodo di riposo settimanale dovrebbe durare generalmente 45 ore. Può essere ridotto a 24 ore, ma le ore di riposo mancanti devono essere aggiunte a un periodo di riposo di almeno nove ore. La compensazione deve avvenire entro le tre settimane seguenti.

Per il monitoraggio di queste normative, in Germania, sono responsabili la polizia, gli enti per la sicurezza sul lavoro e l'ufficio federale del trasporto merci (BAG).

Miklos può incontrare i funzionari del BAG principalmente durante i controlli su strada. Se il BAG rileva violazioni, sia Miklos che il suo datore di lavoro possono essere puniti con multe e, in caso di violazioni gravi, anche con la reclusione. Il BUG verifica inoltre se i camionisti rispettano il riposo settimanale di almeno 45 ore e se lo trascorrono come previsto fuori dalla cabina di guida. Anche in questo caso Miklos e il suo datore di lavoro rischiano una multa. Miklos può contattare il BAG e denunciare il datore di lavoro.

Miklos può trovare informazioni sulle condizioni di lavoro in Germania anche in ungherese sul sito web dell'ufficio per la parità di trattamento dei dipendenti dell'UE:

https://www.eu-gleichbehandlungsstelle.de/eugs-it/assistenza/vivere-e-lavorare-in-germania/condizioni-di-lavoro

2. Polizia

La polizia effettua spesso controlli stradali congiunti con l'ufficio federale del trasporto merci. È inoltre responsabile del controllo e delle sanzioni delle violazioni dei tempi di guida e di riposo. In questo modo la polizia tutela la sicurezza stradale. Miklos può sporgere denuncia alla polizia perché il suo datore di lavoro ha cercato di costringerlo a manipolare il contachilometri. Il comportamento del datore di lavoro può essere punito dalla legge.

3. Ente per la sicurezza sul lavoro

Gli enti per la sicurezza sul lavoro sono organizzati secondo gli stati federali. Monitorano il rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, inclusi gli orari di lavoro, i tempi di guida e di riposo. Svolgono controlli anche nelle aziende. Miklos può trovare l’ente responsabile per la sicurezza sul lavoro in questo documento:

https://www.baua.de/DE/Themen/ Arbeitsgestaltung-im-Betrieb/Branchen/ Bauwirtschaft/Baustellenverordnung/ pdf/Arbeitsschutzbehoerden. pdf?__blob=publicationFile

Miklos può contattare l'ente responsabile per la sicurezza sul lavoro in loco e fornire informazioni sull'orario di lavoro e sulle minacce del datore di lavoro. Questa notifica dovrebbe essere ben giustificata e documentata. Miklos può, ad esempio, inviare le proprie schede orarie. Grazie alla sua segnalazione l’azienda può essere controllata. Il nome di Miklos non sarà rivelato al datore di lavoro se Miklos non lo desidera. Deve dirlo all' autorità durante la segnalazione. Il suo datore di lavoro viene quindi informato e, se le violazioni vengono confermate, può essere punito.

4. Sindacati

I sindacati in Germania sono organizzati per settore. Le camioniste e i camionisti sono assistiti dal sindacato Ver.Di. Miklos può unirsi al sindacato. Il suo datore di lavoro non lo scoprirà. In qualità di membro del sindacato, Miklos riceve tutela giuridica sindacale: può ottenere consulenza in materia di diritto del lavoro. Dopo tre mesi di iscrizione ad un sindacato, può anche essere rappresentato in giudizio dal sindacato. L'indirizzo della Ver.Di locale può essere trovato utilizzando questo motore di ricerca:

https://www.verdi.de/ueber-uns/verdi-international/++co++5e592ef0-5b5c-11e3-abe1-52540059119e

Miklos può trovare le dichiarazioni di adesione in diverse lingue (anche in ungherese) sul sito della Ver.Di:

https://www.verdi.de/++co++a9c223c4-bcdf- 11e0-53c5-00093d114afd

È consigliabile che Miklos parli con le sue colleghe e i colleghi di lavoro e che aderiscano insieme al sindacato. Più dipendenti in azienda sono rappresentati dal sindacato, migliore è la loro posizione negoziale. Con l'aiuto del sindacato, possono poi difendersi da alcuni problemi come minacce o straordinari inammissibili. Naturalmente, Ver.Di può anche esigere dal datore di lavoro la retribuzione che spetta a Miklos.

5. Sportello di consulenza/ Tribunale del lavoro

Se Miklos decide di non iscriversi a un sindacato perché,ad esempio, la barriera linguistica è troppo grande o ha bisogno di aiuto immediato, può rivolgersi a uno sportello di consulenza sindacale in materia di diritto del lavoro. Tali sportelli di consulenza sono presenti in molte città tedesche di Arbeit und Leben associazione registrata o Faire Mobilität , che offrono consulenza in diverse lingue e gratuitamente:

Sportelli di consulenza specifici per il diritto del lavoro:

https://www.bema.berlin/

https://www.arbeitundleben.de/beratungsstellen/beratungsstellen

https://www.faire-mobilitaet.de/beratungsstellen

Miklos può trovare una panoramica di tutti gli sportelli di consulenza in base al focus e alla lingua qui:

https://www.eu-gleichbehandlungsstelle.de/eugs-it/cittadini-dell-ue/ricerca-sportello-di-consulenza

Miklos deve essere pagato per ogni ora di straordinario. Le ore tra le 23 e le 6 contano come ore notturne. Se Miklos ha lavorato più di due ore di notte, deve ottenere il bonus notturno. Di solito è del 25%. Nessuna delle suddette autorità di controllo è responsabile di garantire che Miklos riceva la giusta retribuzione per gli straordinari e le indennità notturne. Solo lui può richiederli al datore di lavoro stesso.

Lo sportello di consulenza supporta Miklos nella preparazione delle prove per la rivendicazione salariale. Per questo è utile un estratto della carta del conducente. Su questa base ,Miklos può annotare il suo orario di lavoro giornaliero. La carta del conducente può essere letta presso qualsiasi ufficio DEKRA:

https://www.dekra.de/de/standorte/

Miklos può anche far leggere la carta gratuitamente dall’ente per la sicurezza sul lavoro:

https://www.baua.de/DE/Themen/ Arbeitsgestaltung-im-Betrieb/Branchen/ Bauwirtschaft/Baustellenverordnung/ pdf/Arbeitsschutzbehoerden. pdf?__blob=publicationFile

Sulla base dell'orario di lavoro documentato, lo sportello di consulenza può aiutare Miklos a calcolare il denaro a cui ha diritto e a richiedere il pagamento al datore di lavoro. Se il datore di lavoro non paga volontariamente, Miklos deve citare in giudizio il datore di lavoro presso il tribunale del lavoro. Maggiori informazioni su questa procedura sono disponibili nel capitolo 2.

6. Controllo finanziario del lavoro nero (FKS)

Quando non vengono pagati gli straordinari, di solito il datore di lavoro non versa integralmente i contributi previdenziali e viola la legge sul salario minimo. Pertanto, Miklos può segnalare il caso al controllo finanziario del lavoro nero (FKS), un dipartimento della dogana tedesca. Può trovare l'indirizzo della sede su:

https://www.zoll.de/DE/Service/Dienststellensuche/FKS/Schritt_02/dienststellenfinder_node.html

L’FKS può avviare le indagini e sanzionare il datore di lavoro. Ciò può dissuadere i datori di lavoro da simili violazioni legali in futuro e proteggere altri camionisti.

Torna alla Guida