Office for the Equal Treatment of EU Workers

Sindacati

1. Iscrizione a un sindacato

I sindacati sono comunità solidali che si impegnano a favore dei diritti dei lavoratori. Sul piano politico, i sindacati esigono condizioni di lavoro e redditi adeguati e la tutela dei lavoratori più deboli.
In quanto cittadini dell'UE, potete iscrivervi a un sindacato tedesco ed esercitare i diritti sindacali, proprio come gli iscritti tedeschi. Tra questi diritti rientrano l'accesso alle posizioni di amministrazione e direzione dei sindacati e il diritto di elettorato attivo e passivo.
L'iscrizione a un sindacato garantisce numerosi vantaggi, soprattutto nel quadro della tutela giuridica.
Gli iscritti hanno la possibilità di affidarsi a una consulenza legale gratuita e alla rappresentanza legale per le questioni concernenti:

  • il diritto al lavoro (retribuzione, ferie, licenziamento, ecc.),
  • le casse malati e l'assistenza sanitaria, l'assicurazione contro la disoccupazione, l'assicurazione pensionistica (malattia, infortunio sul lavoro, infortunio in itinere),
  • ulteriori temi di diritto sociale e diritto amministrativo.

Attenzione: per poter sfruttare i servizi gratuiti di consulenza o di rappresentanza legale, dovete essere iscritti al sindacato e pagare i contributi sindacali da almeno 3 mesi.

2. Contributi sindacali

Solitamente i contributi sindacali mensili ammontano all'1 % del reddito lordo medio mensile. Gli studenti, i pensionati o le persone in cerca di lavoro pagano contributi più bassi, che variano a seconda del sindacato a cui sono iscritti.
Oltre a garantire la tutela giuridica, l'iscrizione a un sindacato offre numerosi altri vantaggi.
Inoltre, essere iscritti a un sindacato rafforza la vostra integrazione nell'azienda. Con la vostra iscrizione contribuite a promuovere condizioni di lavoro più eque nel settore in cui operate.
La Confederazione sindacale tedesca (DBG) conta 8 sindacati diversi. Se non sapete qual è il vostro sindacato di riferimento, avete anche la possibilità di iscrivervi a un sindacato tramite la Confederazione DGB.

3. Contratti collettivi

I contratti collettivi contengono diritti importanti che voi, in qualità di lavoratori dipendenti, potete far valere nei confronti del datore di lavoro. Si tratta, in particolare, dei diritti relativi a salari e stipendi o alle maggiorazioni per il lavoro straordinario o il lavoro nei giorni festivi. Spesso, però, nei contratti collettivi sono riportati anche altri diritti di natura economica, come per esempio il diritto alla liquidazione, alla tredicesima o alla quattordicesima, ecc.

Potete applicare un contratto collettivo al vostro contratto di lavoro anche nel modo seguente:

  • Potete far valere un contratto collettivo a patto che siate iscritti a un sindacato che ha stipulato il contratto collettivo e il vostro datore di lavoro sia vincolato a tale contratto. Un datore di lavoro è vincolato a un contratto collettivo, qualora sia iscritto al sindacato o abbia stipulato lui stesso un contratto collettivo con il sindacato.
  • Inoltre, un particolare contratto collettivo viene applicato al vostro rapporto di lavoro, nel caso in cui ciò sia stato concordato con il vostro datore di lavoro all'interno del contratto di lavoro, indipendentemente dal fatto che siate iscritti al sindacato e che il vostro datore di lavoro sia iscritto a un sindacato dei datori di lavoro.
  • Un contratto collettivo trova applicazione anche nel momento in cui questo venga dichiarato di obbligatorietà generale da parte del Ministero federale del Lavoro e degli Affari Sociali, indipendentemente dal fatto che siate iscritti al sindacato e che il vostro datore di lavoro sia iscritto a un sindacato dei datori di lavoro. Qui (pagina non disponibile in italiano) trovate tutti i contratti collettivi dichiarati di obbligatorietà generale.

Attenzione: i contratti collettivi trovano applicazione anche se voi e il vostro datore di lavoro non ne siete a conoscenza. I diritti derivanti dai contratti collettivi cadono in prescrizione dopo un determinato periodo di tempo oppure decadono con lo scadere dei termini stabiliti.
Per questo motivo, è importante che vi informiate se e quali contratti collettivi regolano il vostro rapporto di lavoro.

4. Consiglio di rappresentanza dei lavoratori

In Germania non esistono rappresentanze sindacali interne all'azienda e, in caso di problemi legati all'azienda, i principali soggetti di riferimento sono i consigli di rappresentanza dei lavoratori (Betriebsrat). Questi, a loro volta, hanno un rapporto stretto di collaborazione con i sindacati.
Il consiglio di rappresentanza dei lavoratori rappresenta gli interessi dei lavoratori in azienda. Il consiglio ha il compito di vigilare il rispetto da parte del datore di lavoro delle leggi vigenti, le norme in materia di tutela dei lavoratori, i contratti collettivi e gli accordi aziendali. Inoltre, il consiglio di rappresentanza dei lavoratori si impegna a garantire la parità di trattamento dei dipendenti e l'integrazione dei lavoratori stranieri.
Per poter adempiere ai propri compiti, il consiglio è dotato di particolari poteri e possibilità di azione all'interno dell'azienda.
Il consiglio di rappresentanza dei lavoratori:

  • deve autorizzare ogni nuova assunzione,
  • deve essere consultato prima di ogni licenziamento,
  • garantisce una classificazione equa delle retribuzioni,
  • partecipa alla definizione delle condizioni di lavoro (inizio e termine del periodo di lavoro, pause, lavoro straordinario, periodo di disponibilità, lavoro a tempo parziale, ecc.),
  • si impegna a tutelare i diritti degli apprendisti,
  • garantisce la tutela della salute e del benessere dei lavoratori,
  • ha il diritto di esigere l'introduzione di misure contro il razzismo e la discriminazione in azienda.

Se la vostra azienda non è dotata di un consiglio di rappresentanza dei lavoratori, voi stessi potete costituirne uno.

Se siete membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori, potete godere di una tutela particolare dal licenziamento illegittimo, dal momento che i licenziamenti ordinari dei membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori sono assolutamente vietati. La tutela dal licenziamento illegittimo vale per il periodo che inizia con la candidatura come membro del consiglio e termina un anno dopo la fine del periodo come membro del consiglio di rappresentanza dei lavoratori.

Il consiglio di rappresentanza dei lavoratori può stipulare accordi aziendali con il datore di lavoro. Per accordi aziendali si intendono le regole che hanno validità generale, per tutti i dipendenti dell'azienda o per determinati gruppi di lavoratori, riconducibili al contratto stipulato tra datore di lavoro e consiglio di rappresentanza dei lavoratori. Negli accordi aziendali sono riportate numerose regole circa i vostri diritti e doveri in quanto dipendenti dell'azienda, quali per esempio i principi generali relativi alle ferie o i piani ferie dell’anno in corso, gli orari di lavoro, il calcolo delle ore lavorative, il regime delle pause o eventuali disposizioni in merito al comportamento da tenere nei confronti degli altri colleghi.
Inoltre, molti accordi aziendali sono un punto di riferimento importante anche per le questioni economiche, in quanto definiscono i diritti al pagamento, per es. le provvigioni, le maggiorazioni salariali o la pianificazione degli obiettivi annuali.

FAQ Sindacati

Di regola, i dipendenti di un'azienda con cinque lavoratori aventi diritto di voto godono del diritto di costituzione di un consiglio di rappresentanza dei lavoratori. Per lavoratori aventi diritto di voto si intendono i soggetti che hanno già compiuto il diciottesimo anno d'età. I lavoratori temporanei hanno diritto di voto, se hanno lavorato almeno 3 mesi presso l’azienda a cui sono stati somministrati.
I consigli di rappresentanza dei lavoratori sorgono solo presso le aziende in cui ci sono abbastanza dipendenti disposti a costituire un consiglio di rappresentanza. Possono essere eletti come membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori, tutti i dipendenti che si candidano per questa posizione e che lavorano nell'azienda da almeno sei mesi. La cittadinanza e la residenza non hanno alcuna rilevanza.

Attenzione: i lavoratori temporanei non hanno il diritto di candidarsi come membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori presso l’azienda a cui sono stati somministrati. Tuttavia, possono candidarsi per il consiglio di rappresentanza dell'impresa fornitrice da cui sono stati assunti.

Il numero di dipendenti che possono diventare membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori di un'azienda dipende dal numero di dipendenti aventi diritto di voto (pagina non disponibile in italiano).
I membri del consiglio di rappresentanza dei lavoratori vengono eletti democraticamente dai dipendenti nel quadro di una procedura elettorale disciplinata dalla legge. Perciò si consiglia di affidarsi al supporto dei sindacati nella fase di preparazione alla costituzione di un consiglio di rappresentanza dei lavoratori. Per farlo, potete rivolgervi al vostro sindacato oppure, se non siete iscritti a nessun sindacato, all'ufficio locale della Confederazione sindacale tedesca (DGB) e scoprire chi è la persona di riferimento.

Per contratto collettivo (Tarifvertrag) si intende un contratto stipulato tra un sindacato e un'associazione dei datori di lavoro oppure un singolo datore di lavoro. Un contratto collettivo non può essere stipulato da un consiglio di rappresentanza dei lavoratori o da un gruppo di lavoratori. Il contratto collettivo disciplina le condizioni di lavoro dei relativi contratti di lavoro.
Queste condizioni di lavoro riguardano soprattutto il valore della retribuzione, gli orari di lavoro, le ferie, i diritti a pagamenti straordinari, nonché le pause, il periodo di prova, i termini di recesso e i termini perentori.

Esistono le seguenti tipologie di contratto collettivo:

  • Contratto collettivo generale / quadro
    Questo contratto collettivo disciplina tutti gli aspetti principali relativi all'orario di lavoro, a termini di recesso particolari o al numero di giorni di ferie. Il contratto collettivo generale riporta le classi retributive o gruppi salariali, sulla base dei quali viene calcolata la retribuzione dei lavoratori. Questo tipo di contratto collettivo potrebbe disciplinare anche gli obblighi del datore di lavoro relativi, per esempio, all'assunzione di apprendisti al termine del loro percorso di formazione professionale.
  • Contratto collettivo territoriale o di associazione
    È il contratto collettivo tipico in Germania e la sua applicazione è limitata a livello regionale: può avere validità in tutta la Germania, in determinati Länder (regioni) o in un solo Land.
  • Contratto collettivo aziendale
    Il contratto collettivo aziendale vale solo per una determinata azienda. Nel settore automobilistico (per es. presso la VW o la BMW) viene negoziato sempre questo tipo di contratti collettivi.
  • Contratto collettivo di categoria
    Il contratto collettivo di categoria viene stipulato tra il sindacato e il sindacato dei datori di lavoro di un particolare settore, come nel caso dell’industria chimica.
  • Contratto collettivo salariale
    Il contratto collettivo salariale disciplina il valore della retribuzione che il lavoratore riceve dal suo datore di lavoro. Tramite un contratto collettivo salariale si vuole evitare che i lavoratori percepiscano una retribuzione inferiore alla tariffa concordata. I pagamenti straordinari, come per esempio la tredicesima, non sono sempre contemplati dal contratto collettivo salariale. In questi casi vengono spesso stipulati contratti collettivi speciali.

Oltre a servizi gratuiti di consulenza e rappresentanza legale, l'iscrizione a un sindacato vi offre i seguenti vantaggi:

  • Prestazioni contrattuali
    Gli iscritti al sindacato godono del diritto di usufruire delle prestazioni riportate nei contratti collettivi.
  • Supporto nelle vertenze di lavoro
    Supporto degli iscritti in caso di vertenze, serrata e ordini del datore di lavoro.
  • Formazione e aggiornamento professionali
    Offerta di seminari e corsi di aggiornamento e perfezionamento professionale su temi rilevanti per il contesto sociale e aziendale.
  • Consulenza e informazioni
    Informazioni gratuite (per es. brochure e riviste informative) su temi giuridici di rilievo. Possibilità di avvalersi di un servizio di consulenza individuale.
  • Assistenza e condizioni speciali / assicurazione contro gli infortuni nel tempo libero
    Condizioni speciali opzionali per gli iscritti ad alcuni sindacati relative alle assicurazioni e ai viaggi.