Office for the Equal Treatment of EU Workers

Ricerca di lavoro

Siete appena arrivati in Germania ed alla ricerca di un posto di lavoro? Avete un contratto di lavoro a tempo determinato? Siete minacciati da licenziamento? Volete cambiare a livello professionale? Per queste situazioni in Germania esistono varie possibilità di supporto nella ricerca di lavoro.

1. Ricerca di lavoro dal Paese di origine

Se vi trovate ancora nel vostro Paese di origine, avete la possibilità di contattare una delle innumerevoli agenzie di intermediazione private che offrono supporto nella ricerca di lavoro in Germania.

Attenzione: procedete con cautela! Alcune agenzie di collocamento non sono serie. Queste promettono lavoro legale, buono stipendio, alloggio e chiedono soldi per i loro servizi. Non di rado non mantengono le promesse. C’è il pericolo di finire in un alloggio collettivo a basso costo, lavorare tra le 10 e le 12 ore con uno stipendio misero o nullo e non avere nessun contratto di lavoro. Prima di accettare l’offerta di un’agenzia di intermediazione privata, vi consigliamo di verificare se questa è affidabile. Se vi trovate già in Germania ed avete l’impressione che non guadagnate neanche il salario minimo, vi potete rivolgere alla hotline per il salario minimo.

Se volete informarvi autonomamente sui posti di lavoro in Germania, su internet ci sono vari portali di reti oppure database con offerte di lavoro che possono aiutare. Sono soprattutto le aziende più grandi che pubblicano nelle loro sezioni “personale” oppure “carriera” direttamente sulle loro homepage aziendali. Oltre alle ricerche nei giornali e su internet, potete anche utilizzare i servizi informativi dell’Agenzia federale per il Lavoro, della rete di cooperazione EURES e del Governo Federale.

2. Servizi di supporto nella ricerca di lavoro in Germania.

Se vi trovate giù in Germania, oltre alle possibilità di ricerca di lavoro autonoma, avete anche la possibilità di registrarvi presso l’Agenzia federale per il Lavoro sotto forma di “in cerca di lavoro”. Questo può essere fatto sia tramite il portale internet “OFFERTE DI LAVORO” che telefonicamente o personalmente presso la rispettiva Agenzia per il Lavoro. Se siete registrati come “in cerca di lavoro”, in qualità di cittadini UE, riceverete dall’Agenzia per il Lavoro il medesimo supporto ed assistenza nella ricerca di lavoro come i cittadini tedeschi. 

Attenzione: In caso di incombente disoccupazione, i dipendenti hanno l’obbligo di registrarsi presso l’Agenzia per il Lavoro competente in cerca di lavoro. Devono essere rispettate determinate scadenze per non subire svantaggi (“periodo di blocco”). 

Se volete oppure dovete cambiare carriera per aumentare la possibilità di trovare lavoro, dovete avvalervi il prima possibile ai servizi di consulenza e di collocamento gratuiti dell’Agenzia per il Lavoro.

2.1 Servizi di consulenza e di collocamento

Non appena vi siete registrati in cerca di lavoro, l’Agenzia per il Lavoro competente può supportarvi completamente nella ricerca di un nuovo posto di lavoro o di formazione. La miglior cosa è quella di fissare un colloquio di consulenza per discutere della vostra situazione personale. La vostra persona responsabile per la consulenza ed il collocamento può fornirvi in modo competente tutte le risposte riguardanti

  • scelta del posto di lavoro,
  • sviluppo lavorativo,
  • cambio professionale e lavorativo,
  • ricerca di lavoro comprese candidatura e presentazione,
  • stato e sviluppo del mercato del lavoro e delle professioni,
  • le vostre opportunità di collocamento individuali,
  • possibilità di formazione professionale, nonché
  • servizi di promozione dell’occupazione.

Nota: Se non avete ancora una padronanza sufficiente del tedesco e non conoscete nessuno che possa tradurvi durante l’incontro, dovete comunicarlo all’agenzia di lavoro in anticipo. L’Agenzia per il Lavoro può fornirvi in questo caso una hotline di interpretariato .

Il collocamento di lavoro presso le Agenzie per il Lavoro comincia solitamente con un’analisi della situazione. Insieme al vostro responsabile per integrazione e collocamento verranno documentate tutte le competente e qualifiche personali, nonché le vostre esigenze di supporto (analisi del potenziale). Alla fine verrà creato un vostro profilo del candidato personalizzato e pubblicato in forma anonima nel database delle offerte di lavoro. Non appena ci sarà un’offerta di lavoro adeguata per voi, vi verrà comunicata questa proposta di collocamento tramite colloquio personale oppure in forma scritta o telefonica. Inoltre, il cosiddetto accordo di integrazione stabilisce in forma scritta i passaggi concreti dovete compiere sia voi che l'Agenzia per il Lavoro per trovare al più presto un'occupazione adeguata.

Le persone, il cui inserimento professionale è reso più difficile a causa di ostacoli al collocamento (per es. conoscenze della lingua carenti oppure mancato riconoscimento di qualifiche professionali acquisite all’estero), riceveranno maggiore sostegno da parte dell’agenzia di lavoro.

Ulteriori informazioni sui servizi di consulenza e collocamento dell’Agenzia per il Lavoro sono disponibili qui.

2.2 Misure di attivazione e professionali di inserimento

Nel caso i servizi di consulenza e di collocamento della vostra agenzia di collocamento non siano sufficienti per trovare un posto di lavoro, è possibile supportarvi nell’assunzione con le misure attive per la promozione del lavoroanche se non avete diritto all’indennità di disoccupazione.

Importante: le prestazioni per la promozione attiva del lavoro sono prestazioni discrezionali sulle quali non sussiste nessun diritto legale. Questo significa che la persona responsabile del collocamento verifica in ogni singolo caso se i requisiti di ammissibilità individuali sono soddisfatti. Per questo è molto importante che vi informiate tempestivamente e personalmente presso il vostro agente per il collocamento sulle possibilità individuali ed i requisiti di ammissibilità .


Nota: se la vostra agenzia di collocamento presso l’Agenzia per il Lavoro o il Centro per l'Impiego non approva una prestazione della promozione attiva del lavoro, potete richiedere un documento scritto riguardante questa decisione. L’agenzia di collocamento deve motivare perché una misura non è adatta per voi (decisione senza abuso di discrezionalità), affinché possiate agire contro questa decisione. Questo perché se non accettate la motivazione della decisione, avete la possibilità di presentare ricorso.

2.2.1 Promozione dell’occupazione – ”budget per il collocamento”

In qualità di lavoratori dell’UE potete richiedere un sostegno finanziario al cosiddetto budget per il collocamento, nel caso vogliate intraprendere un’attività lavorativa soggetta a contributi previdenziali. Le possibilità di sostegno individuale del budget per il collocamento sono varie ed offrono al vostro agente per il collocamento grandi possibilità di potervi rimborsare varie spese.

Per es. in determinate condizioni possono essere sostenuti le seguenti uscite:

  • spese per il riconoscimento di certificati stranieri di formazione o professionali,
  • spese per la preparazione e l’invio dei documenti di candidatura,
  • spese di viaggio per i colloqui di lavoro,
  • spese di viaggio per presentarsi a posti di lavoro all’estero,
  • spese per pendolarismo in caso di assunzione all’estero,
  • spese per mezzi di lavoro come abbigliamento da lavoro e attrezzi di lavoro,
  • ulteriori spese, per es. traduzioni, istruzione/certificato del dipartimento della salute.

Importante: se vi trovate in un rapporto di lavoro non revocato oppure a tempo indeterminatooppure se per motivi personali siete alla ricerca di un nuovo posto di lavoro (per es. stipendio più alto/cambio di residenza), non siete minacciati dalla disoccupazione, non riceverete alcun finanziamento dal budget di collocamento.

Suggerimento: anche il Ministero federale dell’istruzione e ricerca (BMBF) offre un sussidio per il riconoscimento. Consulenza ed informazioni complete sul riconoscimento delle vostre qualifiche formative o professionali estere sono disponibili presso “Ufficio specializzato IQ consulenza e qualificazione” oppure su www.anerkennung-in-deutschland.de.

2.2.2 Misure per l’attivazione e l’inserimento professionale

Se siete disoccupati oppure se rischiate di perdere il vostro lavoro, potete essere aiutati tramite “Misure per l’attivazione e l’inserimento professionale”. Tramite il voucher di attivazione e di collocamento (AVGS) la vostra agenzia di collocamento certifica il possesso dei requisiti di idoneità e determina insieme a voi l'obiettivo concreto e il contenuto della misura. AVGS fornisce l’autorizzazione a scegliere un’istituzione, un’agenzia privata di collocamento oppure un datore di lavoro che offrono una misura (aziendale) adeguata ed approvata all’obiettivo ed al contenuto. Possibili contenuti di una tale misura possono per es. essere:

  • formazione alla candidatura,
  • determinazione delle competenze,
  • coaching,
  • trasmissione delle conoscenze professionali compr. apprendimento della lingua per il mondo professionale
  • Attività di prova
  • Voucher per agenzia di collocamento privata.

Oltre al rilascio di un’AVGS, l’Agenzia per il Lavoro può assegnarvi anche direttamente la partecipazione per l’attivazione dell’inserimento professionale . La decisione su cosa è più adatto per voi viene deciso dal vostro agente per il collocamento, considerando l’offerta locale delle misure.

Suggerimento: Prima di svolgere il vostro colloquio individuale con la vostra persona responsabile del collocamento presso KURSNET, informatevi su misure adeguate disponibili nella vostra regione.

Nota: se avete diritto all’indennità di disoccupazione, nonché disoccupati da almeno 6 settimane e non siete stati ancora collocati, avete diritto ad un voucher di collocamento per l’utilizzo gratuito di un’agenzia di collocamento privata. Coinvolgendo anche fornitori di servizio sul mercato del lavoro privato avrete ulteriori possibilità di trovare un nuovo lavoro.

Anche in questo caso vale: se vi trovate in un rapporto di lavoro non revocato oppure a tempo indeterminatooppure se per motivi personali siete alla ricerca di un nuovo posto di lavoro (per es. stipendio più alto/cambio di residenza), non siete minacciati dalla disoccupazione. In questo caso non è possibile avere un ausilio per l’attivazione e l’inserimento professionale.

2.3 Promozione dell’aggiornamento professionale – “Voucher per la formazione”

Se siete disoccupati ed avete bisogno di un aggiornamento professionale per migliorare significativamente le possibilità per trovare un posto di lavoro permanente, potete anche venire supportati dall’Agenzia per il Lavoro. Anche se già lavorate e le vostre conoscenze e competenze professionali devono essere adeguate ai requisiti mutati nel campo di lavoro per evitare un imminente licenziamento, oppure se desiderate recuperare un titolo professionale mancante, a determinate condizioni potete ricevere un aiuto finanziario. Se soddisfate i requisiti di ammissibilità, riceverete dal vostro agente per il collocamento un cosiddetto voucher per la formazione. Questo vi certifica l’accettazione delle spese di formazione (costi per corsi, spostamento, alloggio e pasti fuori casa, nonché i costi per custodia dei bambini) ed eventualmente verrà continuata a pagare l’indennità di disoccupazione mentre si partecipa al corso di aggiornamento.

Tra le misure di aggiornamento professionale ci sono tra gli altri:

  • Qualificazione tramite adeguamento
  • Preparazione ad esame esterno
  • Qualificazioni parziali
  • Riqualificazione professionale presso un’istituzione
  • Formazione individuale in azienda oppure
  • formazione professionale part-time (possibile in combinazione con apprendimento della lingua per il mondo professionale).

Importante: Il rilascio del voucher per la formazione presuppone tra l’altro ottenere una consulenza individuale da parte dell’Agenzia per il Lavoro.

Ulteriori informazioni sul voucher per la formazione ed altre opportunità di finanziamento nell’ambito dell’aggiornamento professionale sono disponibili sulla homepage dell’Agenzia federale per il lavoro, nonché in questo scheda informativa.

Nota: se il vostro mediatore di collocamento nell’Agenzia per il Lavoro o nel Centro per l'Impiego non approva una determinata misura di supporto (perfezionamento, misura sull’inserimento professionale, ecc.), potete richiedere un documento scritto riguardante questa decisione. L’agenzia di collocamento deve motivare perché una misura non è adatta per voi (decisione senza abuso di discrezionalità), affinché possiate agire contro questa decisione. Questo perché se non accettate la motivazione della decisione, avete la possibilità di presentare ricorso.

FAQ Ricerca di lavoro

Presso l'Agenzia federale per il Lavoro, oltre alla ricerca di un posto di lavoro o di formazione, a voi e ai vostri familiari vengono offerti servizi di consulenza e di supporto (contributi) nei seguenti ambiti:

  • consulenza professionale,
  • formazione professionale,
  • aggiornamento professionale, anche per occupati,
  • inserimento professionale di persone disabili.

Durante il lungo processo di ricerca di un nuovo posto di lavoro avete anche diritto a ricevere dei contributi per:

  • spese per eventuali corsi di aggiornamento professionale,
  • spese di viaggio per recarsi ai colloqui di lavoro o per i documenti necessari alla candidatura,
  • corsi su come candidarsi per un posto di lavoro,
  • corsi di lingua.

Per maggiori dettagli sulle singole prestazioni e servizi potete consultare il sito Internet dell'Agenzia federale per il Lavoro (Bundesagentur für Arbeit).

1. EURES
Se siete già alla ricerca di un posto di lavoro dal proprio Paese di origine, la consulenza EURES è il primo punto di riferimento. EURES è la rete di cooperazione della Commissione europea, delle agenzie pubbliche per il lavoro dei Paesi dell'UE, più Norvegia, Islanda e Liechtenstein e altre organizzazioni partner. EURES dispone di oltre 700 consulenti in tutta Europa che forniscono informazioni, consulenza e servizi di collocamento ai lavoratori e ai datori di lavoro e, più in generale, a tutti i cittadini che desiderano esercitare il diritto alla libera circolazione. La rete ha raggruppato la propria offerta di servizi sulla sua Homepage.

2. Collocamento all’estero dell’Agenzia federale per il Lavoro
L’ente responsabile del collocamento del lavoro transfrontaliero presso l’Agenzia federale per il Lavoro è l’ufficio di collocamento internazionale della Germania (ZAV - Zentrale Auslands- und Fachvermittlung). Il ZAV ha raccolto molte informazioni sulla propria Homepage per lavoratori stranieri che desiderano lavorare in Germania.

3. OFFERTE DI LAVORO dell’Agenzia federale per il Lavoro
L’Agenzia federale per il Lavoro ha creato sulla propria Homepage il portale “OFFERTE DI LAVORO”. Su questo portale i lavoratori nazionali e stranieri possono cercare autonomamente le offerte di lavoro pubblicate dai datori di lavoro in Germania e pubblicare il proprio profilo di candidato.

4. “Make it in Germany”
Ulteriori informazioni sulle possibilità di fare carriera nel mercato del lavoro e della formazione tedesco sono disponibili sulla piattaforma internet www.make-it-in-germany.de. Oltre alle offerte di lavoro, su questo portale online si trovano informazioni su come arrivare in Germania - dai preparativi nel Paese di origine fino ai primi passi in Germania. “Make it in Germany” fornisce inoltre anche un supporto personale tramite chat, e-mail oppure una hotline telefonica.

Suggerimento: anche i contatti privati e personali con le aziende ed i loro membri possono essere utili. Si consiglia di cominciare il prima possibile a stabilire reti adeguate.

1. EURES
Se siete già alla ricerca di un posto di lavoro dal proprio Paese di origine, la consulenza EURES è il primo punto di riferimento. EURES è la rete di cooperazione della Commissione europea, delle agenzie pubbliche per il lavoro dei Paesi dell'UE, più Norvegia, Islanda e Liechtenstein e altre organizzazioni partner. EURES dispone di oltre 700 consulenti in tutta Europa che forniscono informazioni, consulenza e servizi di collocamento ai lavoratori e ai datori di lavoro e, più in generale, a tutti i cittadini che desiderano esercitare il diritto alla libera circolazione. La rete ha raggruppato la propria offerta di servizi sulla sua Homepage.

2. Collocamento all’estero dell’Agenzia federale per il Lavoro
L’ente responsabile del collocamento del lavoro transfrontaliero presso l’Agenzia federale per il Lavoro è l’ufficio di collocamento internazionale della Germania (ZAV - Zentrale Auslands- und Fachvermittlung). Il ZAV ha raccolto molte informazioni sulla propria Homepage per lavoratori stranieri che desiderano lavorare in Germania.

3. OFFERTE DI LAVORO dell’Agenzia federale per il Lavoro
L’Agenzia federale per il Lavoro ha creato sulla propria Homepage il portale “OFFERTE DI LAVORO”. Su questo portale i lavoratori nazionali e stranieri possono cercare autonomamente le offerte di lavoro pubblicate dai datori di lavoro in Germania e pubblicare il proprio profilo di candidato.

4. “Make it in Germany”
Ulteriori informazioni sulle possibilità di fare carriera nel mercato del lavoro e della formazione tedesco sono disponibili sulla piattaforma internet www.make-it-in-germany.de. Oltre alle offerte di lavoro, su questo portale online si trovano informazioni su come arrivare in Germania - dai preparativi nel Paese di origine fino ai primi passi in Germania. “Make it in Germany” fornisce inoltre anche un supporto personale tramite chat, e-mail oppure una hotline telefonica.

Suggerimento: anche i contatti privati e personali con le aziende ed i loro membri possono essere utili. Si consiglia di cominciare il prima possibile a stabilire reti adeguate.

Potete registrarvi come "candidati in cerca di lavoro" presso l'Agenzia per il Lavoro, anche se avete già un posto di lavoro, ma volete cambiarlo. In tal caso, ricevete una consulenza in merito alle vostre opportunità sul mercato del lavoro e informazioni sulle offerte di lavoro.

Qui di seguito sono riportati gli indicatori della mancata serietà di un'agenzia di intermediazione:

  • Dovete pagare in anticipo le commissioni di intermediazione. Sono ammesse le spese per alcuni servizi forniti dall'agenzia di intermediazione, quali per esempio la traduzione dei documenti necessari, le spese di viaggio, ma non siete tenuti a pagare spese non documentabili e non dovete effettuare pagamenti in anticipo.
  • Vi viene spiegato che per la produzione e la raccolta dei documenti necessari è necessario pagare l'agenzia di intermediazione.
  • Non potete contattare direttamente il datore di lavoro. Non vi viene fornito né il nome completo né l'indirizzo del datore di lavoro.
  • Non avete un contratto di lavoro e non ricevete informazioni precise sul tipo di lavoro che dovete svolgere.
  • Non ricevete informazioni su vitto e alloggio.

Per ottenere informazioni su un'agenzia di intermediazione potete rivolgervi all'autorità competente nel vostro Paese di origine. Se si tratta di un'agenzia tedesca di intermediazione potete informarvi sul sito (non disponibile in italiano) dell'Agenzia centrale di intermediazione per lavoratori specializzati e stranieri (ZAV).