Lavorare senza indirizzo registrato

Lavorare senza indirizzo registrato

Caso esemplificativo
Ivan dalla Bulgaria è appena arrivato a Berlino ed è in cerca di lavoro. Vive provvisoriamente da un amico, che lo aiuta finché non trova un appartamento proprio. La ricerca di un appartamento non è molto promettente perché Ivan non ha ancora un lavoro e quindi non può fornire alcuna prova di reddito. Non può registrarsi presso il suo amico perché il proprietario non permette il subaffitto. Ivan ha cercato di registrarsi presso l'Agenzia federale per il lavoro come candidato in cerca di lavoro ma è stato mandato via perché non può presentare una registrazione anagrafica. Ivan voleva anche aprire un conto in banca. Ha chiesto a diverse banche, ma è stato sempre rifiutato perché non registrato. Gli è stato offerto un lavoro in un locale da asporto tramite conoscenti. Tuttavia, il proprietario dell'asporto ha detto a Ivan che non gli era permesso assumerlo senza una registrazione anagrafica presso la polizia. Chiede anche il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria, che Ivan non ha. Ivan è disperato. Ha trovato un ufficio di consulenza bulgaro su internet dove è possibile acquistare un indirizzo di registrazione per € 100 al mese e sta valutando di approfittare dell'offerta.

1. Datori di lavoro

Un indirizzo di registrazione acquistato non è una soluzione, perché si tratta di una registrazione fasulla che è illegale. Da un lato, Ivan viola la legge presentando quest’indirizzo alle autorità. Dall'altro non ha alcun controllo sulla ricezione di importanti lettere ufficiali, poiché non riceverebbe mai la posta di persona.

Un indirizzo di registrazione non è un prerequisito per lavorare. Il datore di lavoro non è quindi autorizzato a chiedere a Ivan di fornire un certificato di registrazione. È sufficiente che Ivan fornisca al datore di lavoro un indirizzo aggiornato al quale può essere reperibile,ad esempio dal suo amico.

Se Ivan ha difficoltà a convincere il proprietario del locale, può mostrargli le brevi informazioni che il Centro consultivo di Berlino per la migrazione e il buon lavoro ha pubblicato insieme al dipartimento del senato per l'Integrazione, il lavoro e il sociale di Berlino. La scheda informativa è disponibile qui:

https://bema.berlin/site/assets/files/1244/1_arbeiten_ohne_anmeldung_einer_wohnadresse_stand_28_2_2019_senias.pdf

2. Assicurazione sanitaria

Il datore di lavoro può chiedere a Ivan di presentare un certificato di iscrizione all’assicurazione sanitaria e il numero di tessera sanitaria.

Poiché Ivan non è mai stato assicurato in Germania, deve prima scegliere una compagnia di assicurazione sanitaria. Il datore di lavoro deve quindi registrarlo presso questa compagnia di assicurazione sanitaria. Non è necessario un indirizzo di registrazione, Ivan deve solo inserire un indirizzo di contatto,ad esempio quello del suo amico (Ivan Cognome, residente da "Nome,Cognome").

Dal momento in cui il datore di lavoro registra Ivan alla compagnia di assicurazione sanitaria, è coperto dall'assicurazione sociale tramite il datore di lavoro (questo include assicurazione per pensione, infortuni, cure e disoccupazione). A Ivan viene quindi assegnato automaticamente un numero di tessera sanitaria, che gli viene inviato.

3. Banca

Come tutti coloro che risiedono legalmente in Germania , Ivan ha il diritto di aprire un conto di pagamento di base. Non può essere svantaggiato sulla base della sua nazionalità o del suo luogo di residenza. Non è richiesto un indirizzo di registrazione per l'apertura.

Il conto di pagamento di base può essere utilizzato per effettuare depositi in contanti, prelievi, addebiti diretti e bonifici.

Ivan deve solo presentare alla banca la sua carta d'identità o il passaporto e fornire un indirizzo postale. È sufficiente che possa essere reperibile tramite il suo amico. Ivan può utilizzare la richiesta che riceve dalla banca o la seguente richiesta:

Ivan può trovare il modulo per richiedere un conto di base nell'allegato dell'appendice I. PDF, 584 KB, con barriere

Deve compilare il modulo da solo o con l'aiuto di uno sportello di consulenza e presentarlo alla banca. Ora viene la parte veloce: la banca impiegherà massimo dieci giorni lavorativi per aprire il conto.

Se la banca respinge la sua domanda, deve informarlo entro dieci giorni lavorativi. Quindi Ivan può contattare personalmente l'autorità federale di vigilanza finanziaria o con l'aiuto di uno sportello di consulenza. Lì può richiedere la revisione della decisione della banca.

Ivan può trovare il modulo per la domanda di riesame nell'allegato dell'appendice II. PDF, 504 KB, con barriere

Se la decisione di rifiuto risulta infondata, verrà disposta l’apertura del conto, la banca deve quindi aprire il conto. Ivan riceve una conferma scritta di ciò.

In alternativa, Ivan può contattare qualsiasi centro di tutela contro le discriminazioni:

https://www.antidiskriminierungsstelle.de/DE/wir-beraten-sie/jetzt-kontakt-aufnehmen/jetzt-kontakt-aufnehmen-node.html

Il centro di tutela contro le discriminazioni può contattare la banca e chiarire il caso per Ivan.

4. Agenzia delle Entrate

Il datore di lavoro ha bisogno di un codice fiscale di Ivan per avere accesso ai dati ELStAM (caratteristiche di detrazione d'imposta sul salario) per la contabilità delle buste paga.

Poiché Ivan non è registrato, l'agenzia delle entrate non gli fornisce automaticamente un numero di codice fiscale.

In qualità di soggetto passivo non registrato in Germania,ma che guadagnerà denaro qui, Ivan deve agire personalmente e chiedere all'agenzia delle entrate competente un codice fiscale. L'agenzia delle entrate lo richiede all'Ufficio centrale federale per le imposte, il che può richiedere del tempo.

Nel frattempo, Ivan può richiedere un certificato di detrazione dell'imposta sul reddito all'agenzia delle entrate della sua zona di residenza. Questa possibilità è prevista nel § 39e par. 8 Legge sull'imposta sui redditi (EStG). Il certificato è rilasciato per un anno solare e sostituisce inizialmente il codice fiscale richiesto dal datore di lavoro.

Ivan può trovare la domanda di certificato nell'allegato dell’appendice III. PDF, 2 MB, con barriere

Ivan può compilare la domanda per questo certificato da solo o con l'aiuto di uno sportello di consulenza. Anche il datore di lavoro di Ivan può richiedere il certificato per lui, se Ivan lo autorizza a farlo.

Dal momento in cui Ivan si registra presso la propria residenza, il codice fiscale gli viene inviato per posta e deve comunicarlo al datore di lavoro. Ivan non ha più bisogno del certificato sostitutivo.

Se Ivan non fornisce un certificato al datore di lavoro, il proprietario del locale, in quanto datore di lavoro di Ivan, deve comunque detrarre il suo stipendio ai fini fiscali. In questo caso, il reddito di Ivan sarà calcolato secondo lo scaglione fiscale VI (§ 39 c par.1 Legge sull'imposta sui redditi (EStG)). Se vengono detratte troppe imposte sul salario, Ivan può recuperarla presentando una dichiarazione dei redditi l’anno seguente.

5. Agenzia federale per il lavoro

Ivan può anche registrarsi presso l'agenzia per il lavoro (o agenzia di collocamento) come persona in cerca di lavoro senza un indirizzo registrato. Ivan ha questo diritto perché ha la sua residenza abituale a Berlino. Ivan non sa ancora per quanto tempo rimarrà a Berlino, ma ha intenzione di lavorare e vivere qui.

Ivan deve contattare l'agenzia per il lavoro della zona dove alloggia e pernotta, cioè nel quartiere dove si trova l'appartamento del suo amico.

Ivan può facilmente trovare l'indirizzo dell'agenzia qui:

https://www.arbeitsagentur.de/ueber-uns/ ansprechpartner

È importante che Ivan possa essere reperibile per posta,ad esempio con delle aggiunte al suo indirizzo (ad es. "c/o", "presso sig/sig.ra", ecc.).

In quanto cittadino dell'Unione, Ivan può usufruire dei servizi dell'agenzia di collocamento anche senza alcuna conoscenza della lingua tedesca. Se Ivan dichiara di non poter portare con sé nessuno che traduca per lui, allora l'agenzia federale deve occuparsi della traduzione, ad esempio tramite il proprio personale o un numero verde di interpreti. Ivan non deve pagare nulla per questo.

Ivan può anche registrarsi online come persona in cerca di lavoro:

https://anmeldung.arbeitsagentur.de/portal

L’agenzia per il lavoro può aiutare Ivan nella ricerca di un lavoro. Può consigliarlo su come orientarsi nel mercato del lavoro e a creare un profilo per la candidatura. Presso il centro di orientamento per il lavoro (BiZ) dell'agenzia federale, Ivan può, ad esempio, utilizzare le postazioni di lavoro con computer per stampare o scansionare i suoi documenti di candidatura.

6. Ufficio di stato civile

Nel momento in cui Ivan affitterà un appartamento proprio dovrà registrarsi. Secondo § 27 par. 2 frase 3 della legge federale tedesca in materia di dichiarazione di residenza (BMG), esiste l'obbligo di registrazione anche per le persone che hanno un indirizzo di registrazione all'estero. Dopo tre mesi in Germania, Ivan deve registrare il suo appartamento presso l'ufficio anagrafico/ufficio di stato civile entro 14 giorni. Un appartamento è "qualsiasi spazio chiuso utilizzato per vivere o dormire" (§ 20 BMG).

Molti diritti che Ivan ha in Germania, in quanto cittadino dell'Unione avente diritto alla libera circolazione, possono essere fatti valere solo se dimostra il suo luogo di residenza e soggiorno abituale in Germania, presentando un certificato di registrazione.