Lavoro nero

Lavoro nero

Caso esemplificativo
Dona Victoria è arrivata in Germania da un paesino vicino Cluj (Romania). L'offerta di lavoro che Florin le ha fatto è valsa il lungo viaggio: un lavoro con documenti in una fabbrica di carne in Germania, viaggio organizzato, alloggio presso il datore di lavoro e, soprattutto,1.200 € al mese. Sul posto si è scoperto che lavorerà per un grande produttore di carne la cui carne in scatola viene venduta persino in Romania. Florin l'ha incontrata nel suo paesino natale, dove cercava lavoratrici e lavoratori tramite la sua parrocchia. In Germania Florin ha dato a Dona Victoria il suo documento di lavoro, le ha mostrato l 'alloggio e le ha spiegato il lavoro. Alla fine del mese era sempre lui a consegnare a Dona Victoria la paga in contanti in una busta. Tuttavia, Dona Victoria non ha ricevuto alcun contratto di lavoro scritto. Né riceve mai buste paga o altri documenti da Florin. Non sa se è assicurata e se può andare da un medico. Ha chiesto a Florin un contratto e l'assicurazione sanitaria, ma senza successo. Si chiede se è legalmente impiegata.

1. Datori di lavoro

In Germania, il datore di lavoro è obbligato a confermare per iscritto le condizioni di lavoro della dipendente (tra cui la retribuzione, l'orario di lavoro, la durata del contratto, ecc.). Questo di solito viene fatto tramite un contratto di lavoro. Il datore di lavoro ha un mese di tempo per farlo, dall'inizio del lavoro.

Di solito tutti i dipendenti ricevono un contratto di lavoro scritto. Il fatto che Dona Victoria non l'abbia ricevuto non significa che sia impiegata illegalmente. La legalità di un lavoro dipende dal fatto che il datore di lavoro abbia effettuato la registrazione per la previdenza sociale e che versi i contributi previdenziali. I contributi previdenziali devono essere detratti dall'importo lordo della retribuzione.

Calcolo dei contributi previdenziali:
1.200 € netti = ca. 1.650,63 € lordi
Florin dovrebbe pagare i contributi previdenziali dell'importo lordo di 1.650,63 €.

Un rapporto di lavoro senza contratto di lavoro scritto è insolito e potrebbe significare che Florin non l’ha registrata correttamente alla previdenza sociale. Il fatto che le dia lo stipendio in contanti, in teoria, non è vietato. Tuttavia, nella pratica, si verifica raramente e potrebbe anche essere indice di lavoro nero per Dona Victoria.

Per chiarire la situazione, Dona Vitoria dovrebbe chiedere a Florin di darle il contratto di lavoro scritto. Dovrebbe anche chiedergli il certificato di registrazione alla previdenza sociale. Il datore di lavoro deve registrarla alla previdenza sociale con il primo pagamento del salario, ma non oltre sei settimane dopo l'inizio del lavoro.

Dona Victoria può trovare un esempio di tale certificato nell'allegato dell’appendice XIV. PDF, 270 KB, con barriere

In Germania, la registrazione alla previdenza sociale avviene tramite la compagnia di assicurazione sanitaria. Florin deve inviare alla compagnia di assicurazione sanitaria tutti i dati rilevanti di Dona Victoria. Se non ha mai lavorato in Germania, Florin deve chiedere a Dona con quale compagnia di assicurazione sanitaria vuole essere assicurata. Quando i dipendenti stranieri iniziano a lavorare in Germania per la prima volta, i loro datori di lavoro spesso scelgono l’assicurazione sanitaria al loro posto, senza chiedere. Questo non è corretto, ma succede spesso. In questo caso, Florin avrebbe dovuto dire a Dona Victoria con quale compagnia di assicurazione sanitaria l'ha assicurata.

2. Assicurazione sanitaria

Dopo la registrazione, la compagnia di assicurazione sanitaria invia a Dona Victoria la tessera assicurativa con la quale può andare dal medico. Se non riceve la tessera assicurativa, nonostante abbia scelto un'assicurazione, può contattare la compagnia di assicurazione sanitaria e chiedere se è stata effettivamente iscritta. Può ottenere queste informazioni per telefono o di persona. Uno sportello di consulenza per migranti può aiutare a chiarire questa domanda:

https://www.eu-gleichbehandlungsstelle.de/eugs-it/cittadini-dell-ue/ricerca-sportello-di-consulenza

Se Dona Victoria non è stata assicurata da Florin, deve scegliere un'assicurazione sanitaria per se stessa. È sufficiente che informi la compagnia di assicurazione sanitaria di aver intrapreso un'attività lavorativa soggetta a contributi previdenziali.

È possibile trovare la lista di tutte le compagnie di assicurazione sanitaria su questo sito web:

https://www.krankenkassen.de/gesetzliche-krankenkassen/krankenkassen-liste/

Le offerte delle compagnie di assicurazione sanitaria si differenziano l’una dall’altra. Le compagnie assicurative hanno vari programmi bonus e servizi aggiuntivi. Differiscono anche nelle forme di consulenza (di persona, per telefono, per e-mail). Alcune compagnie di assicurazione sanitaria offrono consulenza in diverse lingue straniere. Dona Victoria non può semplicemente cambiare la compagnia di assicurazione sanitaria a cui ha aderito in qualsiasi momento. Per questo motivo, dovrebbe informarsi accuratamente sull’offerta prima di scegliere la compagnia di assicurazione sanitaria. Gli sportelli di consulenza per i migranti possono aiutarla in questo.

Dona Victoria deve informare Florin della scelta della compagnia di assicurazione sanitaria. Se Florin non paga i contributi previdenziali alla compagnia di assicurazione sanitaria scelta, quest’ultima li chiederà a Florin. Se Dona Victoria può dimostrare di avere un rapporto di lavoro con Florin, la lacuna nell'assicurazione sanitaria deve essere colmata dalla compagnia di assicurazione sanitaria. Dovrebbe quindi fornire alla compagnia di assicurazione sanitaria informazioni sulla sua occupazione, in particolare quando ha iniziato a lavorare, quanto stipendio ha ricevuto e fornire prove di ciò.

3. Subcontraente

Se Dona Victoria, dopo aver consultato Florin e la compagnia di assicurazione sanitaria, scopre che Florin non ha pagato alcun contributo previdenziale per lei, può contattare il produttore di carne in scatola dove svolge il lavoro.

In Germania, i lavoratori dei settori della lavorazione della carne, dell’edilizia, dei pacchi e dei corrieri sono tutelati se il datore di lavoro non ha versato i contributi previdenziali. Sebbene la fabbrica di carne non sia il datore di lavoro diretto di Dona Victoria, dovrà pagare i contributi previdenziali se Florin non lo farà. In qualità di cliente di Florin, è legalmente obbligato a farlo (la cosiddetta responsabilità del subcontraente).

Dona Victoria può rivolgersi a uno sportello di consulenza sindacale per i lavoratori stranieri. Lì ottiene supporto per richiedere alla fabbrica di pagare i contributi previdenziali.

Sportelli di consulenza specifici per il diritto del lavoro:

https://www.bema.berlin/

https://www.arbeitundleben.de/beratungsstellen/beratungsstellen

https://www.faire-mobilitaet.de/beratungsstellen

Dona Victoria può trovare una panoramica di tutti gli sportelli di consulenza in base al focus e alla lingua all'indirizzo:

https://www.eu-gleichbehandlungsstelle.de/eugs-it/cittadini-dell-ue/ricerca-sportello-di-consulenza

La fabbrica dovrebbe quindi pagare i contributi o influenzare Florin in modo che paghi i contributi in sospeso. Tuttavia, la fabbrica non è responsabile se Florin può dimostrare di aver correttamente registrato i suoi dipendenti all’assicurazione sanitaria. Questo documento si chiama certificato sanitario. In tal caso, però, Florin deve comunque pagare personalmente i contributi. Per i dipendenti in molti settori (a parte i settori della lavorazione della carne, dell'edilizia, dei pacchi e dei corrieri) non vi è alcuna responsabilità del subcontraente per i contributi previdenziali. Devono chiedere al datore di lavoro di pagare i contributi previdenziali con l’aiuto di un avvocato.

4. Agenzia delle Entrate

Florin è anche obbligato a registrare Dona Victoria presso l'agenzia delle entrate e a pagare l'imposta sul salario per lei. Dona Victoria può chiedere all'agenzia delle entrate competente se è stata registrata. Se si scopre che il datore di lavoro non lo ha fatto, bisogna pagare l'imposta sul salario, per la quale sono responsabili Dona Victoria e Florin. L’agenzia delle entrate può decidere a chi chiedere il pagamento dell'imposta sul salario. Dona Victoria non sapeva che Florin non avesse dichiarato l'imposta sul salario. In tali circostanze, l’agenzia delle entrate chiede normalmente prima a Florin l'imposta sul reddito. La base imponibile dell'imposta dovuta è la retribuzione lorda di 1.650,63 € (calcolata sulla base della retribuzione netta di 1.200,00 €).

5. Controllo finanziario del lavoro nero(FKS)

Il controllo finanziario del lavoro nero è un'autorità che controlla i datori di lavoro e, tra le altre cose, verifica se stanno pagando correttamente i contributi previdenziali per i dipendenti. Per la verifica del caso di Dona Victoria è responsabile l’FKS della regione in cui Florin ha registrato la sua società.

Dona Victoria non sa dove è registrata l'azienda di Florin, quindi dovrebbe contattare l’FKS del suo luogo di lavoro. Può trovare l'indirizzo su internet:

https://www.zoll.de/DE/Service/ Dienststellensuche/FKS/Schritt_02/_function/ Dienststellenfinder_Anliegen_FKS_Formular.html

Dona Victoria può contattare personalmente l'FKS, presentare un reclamo e rilasciare una dichiarazione. Se ciò non è possibile, può anche inviare una comunicazione online:

https://www.zoll.de/DE/Kontakt/Meldung_ FKS/kontakt_node.html

L’FKS ha bisogno di quante più informazioni possibili per una revisione e un'elaborazione efficienti del caso. Pertanto, Dona Victoria dovrebbe fornire informazioni sulla durata del rapporto di lavoro, l'orario di lavoro giornaliero, gli importi ricevuti, i testimoni, ecc.

La comunicazione di Dona Victoria può portare l’FKS a controllare e indagare. Florin può quindi essere punito con una multa o addirittura con la reclusione per frode fiscale e assicurativa. Ciò potrebbe anche scoraggiare Florin nell’assumere altre persone illegalmente in futuro. Poiché Florin ha evaso i contributi previdenziali senza che Dona Victoria ne fosse a conoscenza, non deve temere di essere accusata anche di favoreggiamento per frode alla previdenza sociale. Sfortunatamente, dopo la denuncia, Dona Victoria non ha ricevuto ulteriori informazioni sui risultati dell'indagine.

In linea di principio, Dona Victoria non dovrebbe subire alcuno svantaggio per il fatto che Florin non ha versato i contributi previdenziali. Le lacune in tutti i rami della previdenza sociale (pensione, salute, cure, disoccupazione e assicurazione contro gli infortuni) devono essere colmate dalla rispettiva compagnia assicurativa dal momento in cui ne viene a conoscenza. La copertura assicurativa rimane.